Perché sì, perché adesso

QUALITA’ DEI SERVIZI
I dipendenti dei comuni, soprattutto in quelli più piccoli, lavorano da soli e affrontano ogni giorno norme e problemi sempre più complessi. Un’organizzazione adeguata consente maggiore specializzazione e risposte tempestive ai bisogni dei cittadini. La rete informatica e uno sportello per cittadini e imprese in ogni municipio sono le basi per rispondere a tutte le esigenze. Un Comune bene organizzato alza la qualità dei servizi, la trasparenza e l’imparzialità dei provvedimenti. Fine dell’era degli uffici aperti a singhiozzo.

VISIONE UNITARIA
Superare rivalità e campanilismi permette di coltivare una visione d’insieme delle risorse, delle potenzialità, delle strategie di sviluppo, degli investimenti. Strumenti di programmazione unitari consentono di intervenire sui bisogni reali dei cittadini evitando duplicazioni e spese di gestione inutili.

PESO POLITICO
La capacità di rappresentare il territorio e di interloquire alla pari con Provincia e Comunità passa inevitabilmente dalle dimensioni del Comune. Un po’ più grandi per contare di più.

NUMERO E COSTO DEGLI AMMINISTRATORI
Il numero degli amministratori comunali passerà dai 120 degli otto comuni ai 18 del futuro comune unico. Gli elettori avranno la possibilità di una scelta orientata sulle capacità e la preparazione dei candidati piuttosto che su criteri meno trasparenti (parentele, promesse elettorali, ecc.). In questo mandato gli amministratori degli otto comuni costeranno oltre 1,31 milioni di euro contro i circa 570mila del comune unico. I costi per le indennità di carica e i gettoni di presenza diminuiranno di quasi 150.000 euro per ogni anno, con una minore spesa di oltre 740.000 euro per il quinquennio di durata del consiglio comunale. Questo importo, decisamente rilevante, potrà essere impiegato per sostenere e migliorare i servizi a favore dei cittadini.

MINORI SPESE DELLA MACCHINA AMMINISTRATIVA
Minori costi per il personale, dovuti anche ai blocchi imposti dalla Provincia, ma senza la necessità di ridurre i servizi. Ulteriori risparmi si basano sulle economie di scala: nel settore dell’informatica, nelle consulenze esterne, nelle forniture dei materiali di consumo, nella manutenzione degli edifici e degli impianti e nella razionalizzazione delle modalità di gestione dei servizi pubblici. Anche in questo caso i minori costi si trasformano in interventi a favore dei cittadini.

UNA SCELTA PER IL FUTURO
Parlando con alcuni amministratori comunali vi sentirete dire che sì, la strada dei piccoli comuni è segnata ma la gente non è ancora pronta. Noi siamo pronti! Le forze economiche e imprenditoriali hanno imparato da tempo a unire le forze e a lavorare insieme per superare le difficoltà e crescere velocemente, in sintonia con la velocità di trasformazione della società. è tempo che anche le amministrazioni comunali percorrano con decisione questa via, per non restare indietro e per lasciare alle nuove generazioni un sistema organizzativo più semplice, più agile, capace di dare risposte e di incidere positivamente sul territorio e la vita di tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...